Messaggio del Direttore

Carissimi amici, per il preoccupante dilagare dell’epidemia da covid-19, nel mese di marzo scorso abbiam dovuto interrompere le attività della Scuola Diocesana per la Formazione Teologica di Base “San Luca Archimandrita”. Le giuste restrizioni per il contenimento del virus hanno messo a dura prova il mondo intero, costringendo gli uomini di ogni nazione, lingua e cultura a rivedere il proprio modus vivendi, riconsiderando quanto vero sia il proverbio “l’uomo propone e Dio dispone”. Se letta con gli occhi della fede, d’altra parte, la pandemia ha costituito un salutare “deserto” della vita e della fede, un’occasione preziosa per ripensare e ritrovare se stessi all’interno di un progetto divino che, per il credente, è sempre progetto di crescita e di salvezza. Quanta tristezza abbiam provato per l’impossibilità di frequentare assiduamente le nostre comunità! Quanto bene è stato compiuto in termini di prossimità, vicinanza, carità cristiana! La nostalgia di Dio ha forse rappresentato il frutto più bello del coronavirus: “Ci hai fatti per Te e inquieto è il nostro cuore finché non riposa in te” (Sant’Agostino, Le Confessioni, I,1,1).
Desideriamo ora riprendere, con rinnovato entusiasmo, il nostro percorso formativo. Il programma di questo ultimo anno della Scuola Diocesana per la Formazione Teologica di Base – che passo a presentare – prevede l’erogazione di due corsi principali: Introduzione alla Teologia Morale (primo semestre) ed Elementi di DirittoCanonico (secondo semestre).
Cercheremo, come già in passato, di recuperare anche altri aspetti della teologia mediante i corsi monografici appositamente organizzati: Le religioni non cristiane e la tanto richiesta Cristologia. I “Tre giorni” saranno dedicati a La “strada” come scelta pastorale e a Ripensare la parrocchia nell’epoca post-covid. Due saranno pure i convegni: il primo riguarderà da vicino la nostra Scuola poiché prevede la presentazione del volume Il corpus studiorum di Filippo Matranga (1822-1888). Ricognizione delle fonti. Edizione diplomatico-interpretativa del Catalogo Descrittivo del Cartofilacio del Santissimo Salvatore di Messina; il secondo darà rilievo, nel mese di Marzo, alla Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie. Forti della bella esperienza dello scorso anno, abbiamo altresì programmato un laboratorio creativo: la realizzazione dei diorami pasquali.
La Sezione Isole Eolie, per le difficoltà legate alla navigazione, riprenderà il corso di Introduzione alla Sacra Liturgia, sviluppando particolarmente la dimensione sacramentaria e pastorale. Gli amici delle isole, come sempre, potranno avvalersi di tutte le altre proposte formative previste dal programma.
La Vergine Maria, San Luca Archimandrita e i Santi Patroni della nostra Chiesa ottengano per tutti, dall’indivisibile Trinità, abbondanti benedizioni.

Messina 1 settembre 2020

 

Don Roberto Romeo
Direttore